“Se la nostra terra avesse voce…” Contributo del Movimento “Contro le mafie”, di Giugliano e di Wrong (trasmissione webradio), al Festival AWOP 2011 di Villaricca (Na), organizzato dall’Ass. Musicale Culturale “Illimitarte”

  Se qualcuno mi chiedesse quanti uomini ho conosciuto, sarei imbarazzata nel rispondere.

Non ne ricordo il viso. Solo quell’odore terribile.

Odore di morte.

Se c’era una cosa di cui andavo fiera erano i colori. Ho sempre amato, i colori.

Me li hanno tolti, i colori. Mi hanno tolto i sogni.

Ero bella, bellissima.

Mi hanno cambiata.

Le loro “mani voraci”, addosso a me.

Sono stata il loro gioco. Sfruttata per denaro.

Sono passata così, di mano in mano, di gioco in gioco.

Ed ogni volta sentivo il loro disprezzo, accompagnare le loro risate.

Il denaro, il potere, la violenza.

Ne ho visti tanti, tutti diversi, eppure tutti uguali.

Ho tentato di ribellarmi, volevo lavar via tutto il dolore e la vergogna.

Ma non è così semplice quando si è soli, contro così tanti uomini.

Li avrei presi a calci… avevo voglia di urlare, ma me lo impedivano, facendomi inghiottire veleni ed acidi…

I soldi e la paura, hanno impedito a molti di aiutarmi.

Mi hanno comprata, usata, stuprata, rivenduta, massacrata…

Ed io sempre qui.

Sempre ferma ed immobile, rivolta al Cielo.

Nonostante tutto, io sono qui.

Sempre ferma e sempre immobile e con lo sguardo rivolto al Cielo.

Lacrime ne ho versate tante. Ma a nulla vale disperarsi, in un tempo che non ha orecchie per sentirti.

Ma ho speranza. Ed è per questo che mi rivolgo a voi tutti.

Non vi chiedo pietà, non è pietà che voglio.

Ma aprite gli occhi. O meglio, chiudeteli ed immaginate.

Provate ad immaginare la mia condizione.

Quando sono stata messa al mondo, mi è stato chiesto di amare. Senza condizioni, senza riserve.

L’ho fatto.

Mi hanno ferita, derisa, umiliata.

E nonostante tutto, ho continuato ad amare.

Ad un certo punto la mia speranza è vacillata. Ho pensato di essere troppo debole per continuare a subire e sopportare.

E’ stato allora che ho visto un bambino.

Passeggiava mano nella mano di sua madre.

Piccolo e dallo sguardo così triste.

La madre guardava lontano, cercando di nascondere il viso, per impedire a suo figlio di vederla piangere.

Quel bimbo le ha stretto la mano con la sua manina.

L’ha strattonata, come per chiederle attenzione, l’ha guardata e le ha sorriso, come per confortarla, per dirle: “non preoccuparti”.

E’ stato allora che ho capito che non potevo mollare.

Non posso darla vinta a chi ha regalato un cancro, ad un bambino di quattro anni.

Ed è per questo che mi rivolgo a voi.

A voi che ho sempre amato, incondizionatamente.

Aiuto, vi chiedo. Aiutatemi.

Ho bisogno di aiuto, per liberarmi da chi vuole uccidermi per arricchirsi.

Ho bisogno di aiuto, per impedire che quel bambino muoia e con lui tante persone.

 E’ sulla mia schiena che avete mosso i vostri primi passi, avete giocato, avete conosciuto la vita, riso, pianto, vi siete scambiati il primo bacio, avete fatto l’amore…

Non permettete a nessuno di oltraggiarmi.

Non permettete a nessuno di rubarvi i sogni.

Sono la vostra terra. Quella dei vostri nonni.

Lottate per me e per voi.

Contro il malaffare e la camorra che vi parlano di “emergenze” che non esistono, per lucrare e mangiare e ridere di me e di voi.

Costruite un futuro di Legalità, di rispetto.

Impedite a questi delinquenti di farmi e farvi stuprare ogni giorno di più.

Aprite gli occhi!!!

Non è pietà che vi chiedo. Ma di essere uniti, per realizzare insieme.

Spetta solo a voi far sorridere davvero quel bimbo.

E liberarlo dal male che gli hanno “regalato”.

Questo, a seguire, il link del video realizzato grazie a “Wrong” (trasmissione webradio: http://www.webradioattiva.it ), con le bellissime immagini-denuncia di Ilaria Ascione, Salvatore Micillo e Vincenzo Viglione.
Il testo, è opera originale del nostro Movimento “Contro le mafie”, di Giugliano in Campania (Na).
Al pianoforte, il giovanissimo allievo dell’Associazione Musicale Culturale Illimitarte di Villaricca (Na), diretta dai maestri Raffaele Cardone e Massimo Capocotta: Guido Foi (suo, il tema musicale).
Voce narrante: Eliana Iuorio.
Montaggio: Peppe Iovino.

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=pqR4rYBJyPg 

  Il link dell’AWOP (A World Of Peace) Festival, l’evento del quale ci onoriamo essere partner, e che si svolgerà a Villaricca (Na), dal 23 al 25 settembre: http://ita.aworldofpeace.net/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...